Obiettivi

Ho iniziato ad allevare oramai 15 anni fa.

Uvetta la mia capostipite mi ha fatto innamorare di questi cani e grazie a lei ho deciso di iniziare ad allevare questa razza.

Uvetta è un cane pieno di energia, di grinta, è molto solida e sicura di se stessa. Partendo da una buona base caratteriale e di salute ho poi proseguito andando a lavorare sulla struttura fisica, che in Uvetta era carente.

Ho dato molto importanza al carattere dei miei cuccioli, e dei maschi che sceglievo per le mie femmine.

Un altro punto cardine per me è sempre stato la salute, pongo molta attenzione a questo aspetto, e testo tutti i miei riproduttori per tutte le malattie genetiche di questa razza.

Fin dall’inizio ho deciso ad esempio di non allevare cani carrier o affetti di MDR1. 

Mi piace anche testare i miei cani su quello che è il lavoro per cui sono stati selezionati, amo lavorare in sheepdog, e loro si divertono davvero tantissimo!

Negli anni ho imparato che gli individui che hanno un buon istinto sulle pecore sono anche dei cani solidi, e con un’ottima attitudine al lavoro in altre discipline.

 

Metodo di allevamento

Credo fortemente che il metodo con cui i nostri cuccioli crescono sia davvero importante.

Già dal 3 giorno di vita i miei cuccioli vengono sottoposti a stimolazione neurologica precoce e alle stimolazioni olfattive.

Durante il delicato periodo di transizione i cuccioli non sono sottoposti a nessun tipo di stimolo, voglio infatti che non abbiano altro se non ascoltare il loro corpo che cambia e acquisisce nuove competenze.

Successivamente tengo molto a che ogni cucciolo venga seguito singolarmente in base alle sue attitudini caratteriali, in modo da poter svolgere un lavoro personalizzato su ogni cucciolo, in base a quello che andrà a fare durante la sua nuova vita, con la sua nuova famiglia. farà si che saranno abituata a ogni cosa che succede in casa.

Uno speciale programma propriocettivo e di stimolazione mentale verrà fatto su ogni cucciolo grazie alla mia esperienza con il K9 Cross Training.